slider

APE : attestato di prestazione energetica e novità dal “milleproroghe”

attestato-prestazione-energetica

 
L’ attestato di prestazione energetica può essere rilasciato solo da un esperto qualificato ed indipendente, con una dichiarazione specifica obbligatoria, deve inoltre certificare la prestazione energetica attraverso l’utilizzo di specifici descrittori e fornire raccomandazioni per il miglioramento dell’efficienza energetica.

Ma come spesso accade da noi, il Consiglio dei ministri ha varato il “milleproroghe”, il decreto di fine anno che fa slittare numerosi termini di legge in scadenza. Nel decreto, Il bonus mobili è concesso anche se le spese per l’arredo sono maggiori di quelle di ristrutturazione, inoltre le dichiarazioni di conformità catastali e l’ attestato di prestazione energetica possono essere prodotti successivamente all’atto di cessione dell’immobile, inoltre viene concesso un tempo maggiore per l’adeguamento antincendio delle strutture alberghiere.

Attestato di prestazione energetica, allegato dopo la cessione dell’immobile

Un’importante novità riguarda la cessione dell’immobile. Al momento della cessione, non è più necessaria la dichiarazione di conformità catastale unitamente all’attestato per la prestazione energetica: questi documenti – secondo il testo inserito nel “milleproroghe” – potranno essere prodotte anche in tempi successivi. Alla semplificazione va aggiunta un’altra novità compresa nella fase finale della conversione riguardante la legge di Stabilità.

Entrambi i provvedimenti hanno lo scopo di rendere più semplici l’obbligo di allegare l’Ape. Su questa direzione, bisogna precisare, anche il nuovo decreto “Destinazione Italia” che, nel caso di mancata presentazione dell’ape nelle vendite di immobili, trasferimenti e locazioni, può sostituire la pena di nullità dell’atto con il pagamento di una sanzione. Con l’entrata in vigore della legge di Stabilità viene slittato l’obbligo di presentare l’ ape unitamente al contratto di vendita, nell’atto del trasferimento dell’immobile e nel caso di un nuovo contratto di locazione.